Questa figura tuttofare che ha preso molto campo negli ultimi tempi, vediamo chi è e di cosa si occupa il filmaker.

Il filmaker è un professionista che grazie ad esperienze e studi tecnici ed artistici riesce a sviluppare un progetto di produzione video pensando a tutte le fasi di produzione.

In questo articolo non mi riferisco al Regista all’interno di una produzione ma di un filmaker che lavora principalmente da solo o con un ridotto numero di assistenti.

Vediamo insieme di cosa si occupa il filmaker

Di cosa si occupa il filamaker?

Si occupa della pre-produzione

Sviluppo del trattamento

Il trattamento è la storia su cui si basa tutto il video e, partendo da una Log line (Frase chiave che spiega il succo del video), viene sviluppata seguendo delle regole narrative volte a ottenere il risultato a cui aspira il video.

In parole povere è il racconto di ciò che vedrai nel video.

Ricerca delle location

Una delle attività più dispendiose per le produzione è la ricerca o la creazione delle location adatte alle riprese.

Molto spesso vengono creati set di ripresa in studio per ottimizzare le spese ma nel in cui vengano fatte in esterna è necessario andare fisicamente a ricerca i luoghi idonei.

In esterna c’è sempre la variabile del tempo atmosferico e della luce variabile. Per questo spesso vengono girate scene in interni dove la luce e le condizioni atmosferiche non influiscono.

Scrittura della sceneggiatura

di cosa si occupa un filmaker?

All’interno della sceneggiatura invece, a differenza del trattamento, vengono inserite una serie di indicazioni volte a trasformare la storia in una guida per la creazione delle riprese.

All’interno della sceneggiatura il racconto è diviso in atti e scene, le quali avranno indicazione del luogo, se interno o interno, se di notte o di giorno.

Oltre ad indicazioni sull’abbigliamento ed il comportamento dei personaggi, se avranno un modo di fare burbero o gentile, se entreranno da destra o da sinistra ecc.

Ci saranno scritte le azioni di compiere, il modo in cui compierle e ogni altra indicazione utile agli attori per creare la scena in questione.

Nella sceneggiatura possono trovare spazio anche le transizioni da scena a scena e indicazioni più tecniche.

Creazione dello storyboard

Per comunicare in modo più efficace come si vuole realizzare una produzione video, possiamo avvalerci della creazione di immagini che come un fumetto, spiegano lo sviluppo della storia per immagini.

Qui scena dopo scena vengono rappresentati schematicamente tutto ciò che non può essere descritto a parole come i movimenti di camera nello spazio o lo spostamento dei personaggi rispetto all’ambientazione.

I disegni possono essere schematici o più descrittivi al fine di agevolare la produzione delle riprese una volta sul set.

Scrittura del piano di produzione

Solitamente in un luogo, ci si torna più e più volte all’interno di una storia.

Cosa succederebbe se se si seguisse una sceneggiatura secondo il filo temporale ?

Dovremmo smontare e rimontare il set più e più volte all’interno dello stesso luogo andando a consumare tempo e budget inutilmente.

Per questo, una volta allestito un set, tutte le riprese in quel luogo, verranno eseguite nello stesso periodo di tempo, andando a variare scenografia, costumi e condizioni in base alla sceneggiatura ma senza smontare tutto ma solo variando quello che serve.

Per aiutarci, nella gestine delle riprese da fare, viene in nostro soccorso il piano di produzione che non ci mostrerà la storia in ordine temporale cronologico ma divisa in location e scene da riprendere.

Se per esempio, all’inizio di un film, vengono girate delle scene in una casa ed a metà film i personaggi torneranno in quella casa, le scene da fare nelle casa vengono riprese nella stessa giornata senza che le riprese successive siano già prodotte.

Scrittura dei testi o script

All’interno della sceneggiatura ci sono anche i dialoghi che attori e attrici dovranno recitare.

Questi a volte detti anche script, vengono anche inviati agli speaker che dovranno fare la voce fuori campo.


Si occupa della produzione

Costruzione ed illuminazione del set

Sulla sceneggiatura è presente l’indicazione del luogo, se interno ed esterno, se giorno o notte.

In base alla sceneggiatura è necessario costruire o allestire il set. L’allestimento dei set deve seguire le indicazioni temporali dettate dal piano di produzione e le indicazioni artistiche e produttive della sceneggiatura.

Nel caso del filmaker è suo compito allestire il tutto al fine di creare l’ambiente di ripresa idoneo.

Oltre all’ambiente potrebbe occuparsi dei costumi di scena degli eventuali attori.

Ripresa video

Di cosa si occupa un filmaker?

Nel caso di una produzione video con operatori e assistenti dedicati saranno questi ultimi ad occuparsi delle riprese.

Nel caso di un filmaker invece che anche questo compito suo e saper gestire al meglio camera ed inquadrature è fondamentale.

Si deve conoscere le caratteristiche della camera e delle lenti, le loro capacità e limiti per portare a casa il girato nel migliore dei modi.

Inoltre bisogna pensare alla post-produzione, ci sono alcune procedure che se eseguite in fase di ripresa, faciliteranno il compito di chi monterà il video.

Ripresa audio

I fonici sono incaricati della ripresa audio sul set, anche in questo caso se il filmaker si occupa di tutto, sarà suo compito eseguire anche la ripresa audio.

Oltre all’audio di persone sarà necessario anche registrare l’audio ambientale per eseguire poi il sound design del video.

Tuttavia non c’è solo la ripresa dell’audio al momento delle riprese, perchè spesso viene totalmente o parzialmente sostituito. Ci sono anche i suoni, la musica e gli effetti che vengono aggiunti in post produzione.

Gestione di attori e attrici

Il filmaker si occupa anche di gestire gli attori per rispecchiare la sceneggiatura ed il messaggio da comunicare.

Questo è il compito del regista che coordina tutte le persone al lavoro sulla scena. Il regista è il fulcro della produzione artistica dell’opera.

Ti stati ancora chiedendo di cosa si occupa il filmaker?


Si occupa di Post-produzione

Una volta concluse le riprese, si inizia la fase di post-produzione in cui si andrà a rimontare il video seguendo le modifiche apportare alla sceneggiatura.

Infatti molto spesso la sceneggiatura viene stravolta e durante le riprese vengono appuntate le modifiche.

Poi il montatore guardando gli appunti del piano di produzione accedere alle riprese per eseguire il montaggio.

Montaggio

In fase di montaggio capita che, anche se il lavoro di pre-produzione e produzione è fatto bene, debbano esser fatte delle modifiche per far “quadrare” la storia.

Capita che il montatore modifichi il video finale per far amalgamare il tutto e qualche volta il regista rifiuti di firmare il lavoro. è capitato anche che il regista rimetta mano al montaggio successivamente all’uscita di un film per pubblicare una propria versione del montaggio.

Color correction

Le riprese, una volta portate in editing, hanno bisogno di alcune regolazioni per rendere il tutto gradevole agli occhi.

Capita che una ripresa sia troppo chiara o troppo scusa, che non si notino alcuni dettagli che in fase di ripresa non sono stati notati.

Una volta davanti al monitor ogni inquadratura viene aggiustata sulle luci in modo da renderle fruibile al meglio.

Color grading

Il color grading invece è una fase successiva alla color correction e consiste nel dare ad una serie di inquadrature un “mood” in linea con il video finale.

Per esempio se una scena fosse girata in estate potremmo dare alle riprese una temperatura colore più calda per dare l’impressione del calore.

Ogni film ha la sua specifica color grading che conferisce il mood a tutto il girato.

Sonorizzazione

Sonoro di attori, ambiente e azioni uniti alla musica e gli effetti sonori sono tutti importanti in un video.

Una volta che le riprese sono concluse sarà compito del montatore e suoi assistenti inserire tutti i suoni all’interno del montato in modo da arricchire e rendere apprezzabile il lavoro finale.


Si occupa della distribuzione

L’ultimo punto ma il più importante è capire dove verrà pubblicato il video, dove verrà trasmesso o chi pagherà per pubblicarlo o guardarlo

Questo punto ci rimanda allo scopo del video e alla pre-produzione.

Dove sarà pubblicato, perchè, chi lo guarderà, chi pagherà per pubblicarlo o guardarlo. Tutte domande che ci portano a sviluppare in un modo o in un’altro tutto il film o video da produrre.

Anche in questo caso il filmaker avrà lavorato in linea con le richieste del mercato o del cliente sviluppando tutta la produzione di conseguenza.

Siamo arrivati in fondo

Hai capito di cosa si occupa il filmaker?

In parole povere conosce tutto il necessario per piccole produzioni video e gestisce il carico di lavoro in autonomia.

Il lavoro da svolgere è tanto e richiede competenze tecniche e capacità artistiche. Pensaci la prossima volta che ingaggi un filmaker.

Ogni filmaker è una risorsa preziosa per ogni azienda o produzione che non può permettersi il budget per un ingaggio di una agenzia di produzione.

Categories:

Tags:

Prenota videocall di approfondimento

Categorie

Recensione Trinitart channel production

Esperienza totalmente soddisfacente. Disponibilità massima, ottima qualità e cortesia. Una scelta da ripetere in futuro, senza alcun dubbio!  Fonte

Recensione Forever Bambù

Simone è certamente un professionista e lo si capisce fin dal primo momento, da come ha predisposto la preventivazione del lavoro da svolgere, dalla puntualità, dalla disponibilità ad andare incontro alle mie esigenze di cliente, e poi dalla celere consegna e dalla qualità del prodotto fornito. Davvero lo consiglio come partner nel realizzare riprese col drone sia per ambiti estesi come quelli che servivano a me, che per ambiti più cittadini o residenziali. Fonte